15 cibi per aumentare il metabolismo

Lifestyle | Alimentazione | Digestione


A.Vogel Italia
@AVogel_Italia
+39 335 638 8055


13 marzo 2019

Come possiamo sostenere il nostro metabolismo in modo naturale?

Il metabolismo è la velocità con cui il corpo brucia le calorie ingerite attraverso il cibo. La tiroide è la principale responsabile del metabolismo e della produzione di energia del corpo, regolando il rilascio degli ormoni tiroidei.

Questa ghiandola è posta nel collo, ed ha una particolare forma di farfalla.

I segni da non sottavalutare di una tiroide ipoattiva sono: sentire facilmente freddo, sentirsi eccessivamente stanchi, soffrire di sbalzi di umore, avere problemi di insonnia, problemi intestinali, di pelle, mancanza di libido ed aumento di peso.

Vi riconoscete?

Sostenere la ghiandola tiroidea è importante per aiutare a mantenere il metabolismo in buone condizioni.

Scoprite come farlo semplicemente attraverso l'alimentazione! Ecco 15 alimenti che aiutano a sostenere il metabolismo.

1. Legumi

 

I legumi comprendono un'ampia varietà di lenticchie, fagioli, ceci e piselli. Sono generalmente a basso contenuto di grassi e ricchissimi di proteine,  fibre e minerali essenziali tra cui ferro, magnesio, potassio e acido folico.

Il ferro in particolare è essenziale per la produzione degli ormoni tiroidei tiroxina (T4) e tri-iodotironina (T3). Il ferro aiuta anche a trasportare l'ossigeno attraverso al corpo,  ed aiuta a nutrire molte delle cellule metabolicamente attive. Il magnesio è molto utile in quanto aiuta a sostenere la produzione di ormone stimolante la tiroide (TSH) che promuove la produzione di T4 in primo luogo.

2. Uova

Le uova sono considerate una delle fonti più complete di proteine ​​all'interno della nostra dieta. Con "completo" si intende che contengono tutti e nove gli aminoacidi essenziali (quelli che dobbiamo assumere attraverso la dieta e che non possiamo produrre) e nelle proporzioni corrette per un uso ottimale nel corpo umano.

Un'adeguata assunzione di proteine ​​aiuta a sostenere la crescita ed il mantenimento della massa muscolare magra. Il muscolo è più attivo dal punto di vista metabolico del grasso, quindi più muscoli hai rispetto al grasso, più probabilmente il tuo metabolismo sarà alto! 

3. Salmone

Oltre alle maggiori fonti di proteine, assumere grassi a sufficienza nella dieta è fondamentale per sostenere il metabolismo. Sì, avete capito bene...i grassi!

Il salmone fresco è un'ottima fonte di Omega-3.

Gli Omega-3 sono un anti infiammatorio naturale e sono benefici per molte funzionalità del nostro corpo e possono essere utilissimi per la buona funzionalità della tiroide.
Il salmone (così come tutti i pesci ricchi di Omega-3 come sgombro, sardina, aringa, merluzzo, alice) è anche un'ottima fonte di Vitamina D. Quest'ultima, così come la Vitamina A, supporta i ricettori dell'ormone tiroideo da parte delle cellule del nostro corpo, consentendo loro di rispondere efficacemente.

Inoltre la Vitamina D aiuta anche nell'assorbimento del calcio, ed un buon livello di calcio aiuta la tiroide a funzionare meglio.

4. Latte

Il latte ed i suoi derivati, sono un'ottima fonte di calcio e proteine, e sono un'importante fonte di iodio.

Lo iodio è essenziale per la produzione di T4 e deve essere assunto con una dieta sana ed equilibrata.

Ottimo lo yogurt, ricco anche di fermenti lattici vivi che aiutano ulteriormente il nostro metabolismo. Occhio però alle etichette! Alcuni sono veri e propri dessert travestiti da yogurt ed arrivano anche a contenere 14g. di carboidrati per 100g.

5. Acqua

Bere abbastanza acqua è essenziale per molte funzioni corporee, ed il funzionamento della tiroide non fa eccezione.

Inoltre è stato dimostrato che bere acqua fredda può essere particolarmente efficace per sostenere il metabolismo e bruciare qualche caloria in più. Questo perché il corpo deve impiegare energia "extra" per riscaldare l'acqua. Quindi, bevendo fino a 2 litri di acqua fredda al giorno, si possono bruciare fino a 95 kcal, ma soprattutto avremo un'idratazione extra che farà felice il nostro organismo.

6. Peperoncino

I peperoncini contengono un principio attivo chiamato capsaicina.

La capsaicina è un eccellente antinfiammatorio naturale che può sostenere una tiroide pigra.

La capsaicina è stata anche oggetto di numerosi studi scientifici e sembra che aiuti la termogenesi ossia il processo di bruciare calorie e produrre calore come risultato.

La termogenesi indotta dalla dieta è una parte del nostro dispendio energetico quotidiano pertanto, introducendo alcune spezie nella preparazione dei cibi, può aiutare a bruciare di più.

7. Mele

"Una mela al giorno toglie il medico di torno" ci insegnavano i nostri nonni. Ma sarà vero?

Le mele contengono una fonte di fibra solubile chiamata pectina che assorbe acqua e si gonfia in una sostanza gelatinosa nel corpo. Questo aiuta a rallentare l'assorbimento del glucosio nel sangue e si pensa che abbia un impatto positivo sul metabolismo dei grassi. Il glucosio è importante per la produzione di T3 e la produzione di energia, quindi una dieta bilanciata che contenga una buona proporzione di carboidrati, proteine ​​e grassi sani è importante a tutto tondo per un dispendio energetico ottimale.

8. Avocado

Gli avocado sono ricchi di grassi monoinsaturi sani per il cuore. Questi grassi sono importanti per il bilanciamento degli ormoni su tutto il corpo e possono contribuire a una tiroide sana. I grassi agiscono come precursori di molti percorsi ormonali - ne abbiamo bisogno!

Il colesterolo è in realtà prodotto dal nostro fegato ed è anche un componente essenziale per sostenere il tuo metabolismo. Quindi, è vero che i grassi sani possono effettivamente aiutarci a rimanere magri? Sì!

9. Alghe

Le alghe sono un'ottima fonte di iodio. Lo iodio è necessario per produrre sia T3 che T4 ed è quindi fondamentale per un metabolismo sano. Lo iodio basso è particolarmente pericoloso in gravidanza e può rischiare di contribuire alla nascita di difetti nei neonati.

Oltre allo iodio, le alghe sono estremamente nutrienti e sono ricche di una gamma di minerali tra cui il selenio, zinco , magnesio , ferro , potassio , rame e calcio, più vitamine A , B , C , D e E . Il selenio a fianco dello iodio è particolarmente importante nella conversione di T4 in T3. La vitamina C e le vitamine del gruppo B presenti nelle alghe sono particolarmente importanti per il trasporto effettivo di iodio nelle cellule della tiroide. e quindi sono indispensabili.

Tè verde

Il tè verde è di gran moda al giorno d'oggi, ma quali sono i benefici quando si tratta di metabolismo?

Il tè verde è ricco di EGCG, una catechina oggetto di numerosi studi fatti per valutarne il ruolo nella termogenesi e nell'aumento del metabolismo.

Il tè verde è naturalmente ricco di antiossidanti che possono sostenere la tiroide ed altri organi del corpo. Contiene un moderato quantitativo di caffeina che può dare un leggero impulso al metabolismo. Occhio però a non esagerare! L'assunzione di troppa caffeina alla lunga può provocare effetti opposti a quelli desiderati e nel corso del tempo il metabolismo può precipitare. Questo perché quando la caffeina perde di efficacia nel sistema nervoso centrale, si avverte una sorta di contraccolpo ed un aumento nella sensazione di affaticamento.

Inoltre troppa caffeina danneggia i reni.

In conclusione, il tè verde può essere un'alternativa ricca di antiossidanti al caffè e contribuisce ad aumentare dolcemente il metabolismo.

11. Ostriche

Sebbene non a tutti piacciano, le ostriche hanno moltissimi benefici per la salute.

Sono uno degli alimenti con la concentrazione più elevata di zinco, minerale estremamente importante per la produzioni di molti ormoni. Si ritiene che una carenza di zinco influenzi la conversione del T4 nell'ormone tiroideo attivo T3.

Quindi via libera alle ostriche!

12. Mirtilli rossi (cranberries)

I mirtilli sono molto ricchi di iodio, e con essi non c'è il rischio di sovradosaggio come invece può accadere con gli integratori.

La dose giornaliera raccomandata (RDA) è di 150 μg, quindi non  bisogna esagerare. L'ideale sarebbe quindi di includere nella nostra dieta alcune di queste preziose bacche, oppure optare per un succo a basso contenuto di zuccheri.

13. Olio di cocco

Si dice che l'olio di cocco offra una serie di benefici per la salute, tra cui anche la perdita di peso.

L'olio di cocco è ricco di grassi saturi (sì, è vero!), che sono principalmente costituiti da strutture uniche chiamate trigliceridi a catena media. Questi sono trasformati in energia più rapidamente rispetto ad altre fonti di grassi come gli acidi grassi polinsaturi (PUFA). Pertanto, possono dare al metabolismo la spinta necessaria.

14. Sale marino

Il sale marino è una forma grezza e non raffinata di sale che significa che contiene una gamma più ampia di vitamine e minerali naturali; lo iodio è uno di loro.

Il sale deve essere usato con parsimonia, infatti la quantità giornaliera raccomandata è di soli 6 g. Se ritieni di dover aggiungere il sale, perché non provare Herbamare ® che viene infuso con verdure coltivate biologicamente, erbe e alghe

15. Mangia biologico!

Laddove è possibile, optare per alimenti biologici, garantisce un migliore funzionalità della tiroide nel lungo periodo. L'interferenza di sostanze chimiche ingerite attraverso la carne, frutta, verdura o prodotti caseari non biologici, può essere causa di gravi danni e può addirittura distruggere gli ormoni.

Inoltre, per mantenere il metabolismo attivo, è bene mangiare abbastanza: è inutile buttarsi su mille diete "fai da te" eliminando completamente carboidrati o grassi, perché la tiroide ha bisogno anche di loro!

La chiave è adottare una dieta fresca e varia, il più possibile naturale e quindi ricca di tutte le vitamine ed i minerali di cui la tiroide ha bisogno per rimanere in buona salute.

 

Buon appetito!